IL PONTE DELLA SCIENZA TRA ITALIA E ALBANIA

Scritto da Roberto Laera

Si intensificano le relazioni già molto fervide tra Italia e Albania, anche in campo scientifico.

Questa volta i protagonisti sono l’Ambasciata d’Italia, le scuole di Tirana e Korce e l’Università barese.

Un progetto avviato un anno fa nei licei bilingui (italiano-albanese) “Ismail Qemali” di Tirana e “Temistokli Germenji” di Korce, ha visto i docenti di fisica e matematica Paolo Maggioli, Carla Tonni, Elona Terziu e Mirela Jaupi, impegnarsi, anche al di fuori del normale orario scolastico e di lavoro, nell’ erogare delle lezioni supplementari di fisica agli studenti, addirittura alle 7,00 del mattino.

La sete di sapere dei giovani studenti, la dedizione degli insegnanti e il vulcanico supporto della Dirigente dell’Ufficio Scuole dell’Ambasciata d’Italia a Tirana, prof.ssa Lucia Cucciarelli, hanno fatto sì che si avviassero una serie di scambi tra l’Albania e la comunità scientifica internazionale, sfociati nel 2018 in una visita del gruppo di studio al CERN di Ginevra e in questi giorni presso il Dipartimento Interateneo di Fisica “M. Merlin” dell’Università di Bari diretto dal Prof. Roberto Bellotti.

I giovani studenti albanesi si sono impegnati per tre giorni in lezioni e laboratori sul progetto di Fisica delle Particelle, tenuti dai professori Francesco Loparco e Nicola De Filippis, dell’università barese e hanno incontrato e collaborato ad esperimenti insieme ai propri colleghi del liceo “Valdemaro Vecchi” di Trani.

I ragazzi, maturandi, hanno partecipato, inoltre, ad un incontro di orientamento universitario, con il prof. Vittorio Teotonico, Preside della Facoltà di Economia dell’Università Nostra Signora del Buon Consiglio di Tirana e la prof.ssa Najada Firza, direttore del Dipartimento di scienze economiche e aziendali che in convenzione con l’Ateneo barese, è l’unica università dei Balcani a rilasciare una laurea italiana, valida in tutta Europa ed è il naturale prosieguo del percorso di studi in lingua italiana intrapreso dai ragazzi albanesi.

Tre giorni molto intensi e proficui, in cui si sono poste solide basi per collaborazioni future e progetti di ricerca e scambio, che potranno essere finanziati dall’Unione Europea, grazie anche ai fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia per il tramite dello Sportello a Tirana del Dipartimento alle Politiche Internazionali.

Un esempio concreto di alternanza scuola lavoro ma soprattutto di integrazione, confronto, connessione e scambio di buone prassi e metodi diversi di affrontare la ricerca scientifica e la didattica, incoraggiata dai fondi europei. Un esempio di come l’abbattimento delle barriere e l’incontro tra culture sia un valore aggiunto e un arricchimento per tutti, soprattutto Puglia e Albania, siano un laboratorio di integrazione, un modello esemplare iniziato il 8 agosto del ’91, ma in continua evoluzione.

Giornalista Pubblicista – Direttore tecnico di agenzia di viaggi e turismo – Writer – Ghostwriter

Direttrice del Blog LitterArtour

Daniela Rubino

Giornalista Pubblicista - Direttore tecnico di agenzia di viaggi e turismo - Writer - Ghostwriter Direttrice del Blog LitterArtour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *